Il territorio di Bologna diventa comunità educante grazie a una rete di enti del Terzo Settore che mette a sistema le proprie competenze specifiche in vari ambiti, rende disponibili le proprie sedi come spazi generativi nei quartieri e abilità la comunità restituendo centralità ai minori e alle famiglie.

Combo! è un progetto selezionato dall’impresa sociale Con I bambini nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Il progetto

La piattaforma porta avanti un lavoro di confronto, formazione e auto-formazione, che rafforza le alleanze esistenti, allarga la base partecipativa, innova le pratiche e promuove un nuovo sistema di welfare basato sulla comunità per contrastare la disuguaglianza e la povertà educativa, creando un sistema capillare e gratuito di opportunità accessibili, inclusive, solidali.

ComBo! indirizza le sue azioni su un doppio binario: da una lato, potenzia la comunità educante, dall’altro, coinvolge minori e famiglie in attività co-progettate e svolte nei quartieri Navile, Savena, S. Stefano, S. Donato – S. Vitale, Borgo Panigale –Reno.

 

Le attività

Piattaforma di confronto e progettazione

Uno spazio di confronto e di crescita tra i partner in cui, muovendo da esperienze, sensibilità e punti di vista di ciascuno, si elaborano letture condivise sul problema della povertà educativa e si individuano possibili traiettorie di intervento su contesti, processi, pratiche e metodologie. Partendo da una prima fase di raccolta idee sul tema centrale del ruolo delle famiglie nella comunità educante, la piattaforma si confronta e progetta le azioni successive in maniera generativa.

Tavoli istituzionali

Il lavoro della piattaforma confluisce in un’azione di confronto e advocacy rispetto alle politiche sociali a livello comunale e metropolitano. Si prevedono dei momenti di confronto con le istituzioni, che possano sintetizzare visioni condivise e accordi concreti per nuove traiettorie di sviluppo.

L’azione mira a rendere il lavoro della rete sostenibile e replicabile grazie al sostegno della pubblica amministrazione, creando una convergenza tra impegno pubblico e del terzo settore per un graduale superamento dei fattori critici alla base della povertà educativa.

Scambio buone prassi

Il networking con altre comunità educanti cittadine, ma anche nazionali e internazionali, è finalizzato allo scambio di buone pratiche già sperimentate in altri territori.

Grazie a momenti di scambio e confronto con realtà esterne alla rete, la piattaforma ha occasione di riflettere e approfondire le tematiche trattate, utilizzando le esperienze altrui per apprendere altri modi di affrontare problematiche comuni, sfruttando le competenze di ognuno per individuare elementi da cui far emergere idee innovative o avanzamenti metodologici.

Co-progettazione con minori e famiglie

L’azione si configura come una scuola di partecipazione in ogni quartiere, animata da ciascun partner e supportata dall’intera rete.

Ogni processo partecipativo prevede una fase di engagement e una fase operativa di incontri secondo un calendario condiviso (per minori, per adulti, aperti a entrambi).

L’obiettivo principale è l’ascolto di bisogni e aspettative dei partecipanti per coinvolgerli nella progettazione delle successive proposte educative e formative.

Interventi formativi

La rete restituisce al territorio i benefici del percorso di formazione e autoformazione e diffonde competenze e maggiori consapevolezze dei ruoli educativi, tramite interventi di formazione diretti a operatori della cultura, del volontariato, dello sport e svago, che di fatto esercitano un ruolo nei processi educativi.

Ogni partner eroga un modulo formativo tematico per creare un percorso modulare e personalizzabile, gratuito e aperto alla città. I percorsi comprendono seminari, workshop, mostre, attività laboratoriali, visite guidate.

L’offerta è tarata sul fabbisogno precedentemente rilevato nel confronto tra partner, con le istituzioni, con minori e famiglie nei vari quartieri e con le altre comunità educanti.

 Interventi educativi e culturali

Le attività da realizzare sono individuate nell’ambito del percorso di co-progettazione che ogni partner guida con la propria comunità nel quartiere di riferimento.

Può trattarsi di laboratori per minori su tematiche varie: digitale, supporto allo studio, arte, movimento, linguaggi espressivi, rigenerazione di spazi pubblici, sostenibilità ambientale, educazione civica e stradale, per fare qualche esempio partendo dalle offerte educative già presenti fra i partner.

Si realizzano anche interventi rivolti ad adulti e famiglie, come laboratori sulla genitorialità, consulenze pedagogiche sulla gestione dei conflitti intergenerazionali, sul rapporto con le nuove tecnologie ecc.

Eventi e dibattiti

In base alle tematiche che ogni gruppo di minori/famiglie individua come più significative, sono strutturati dibattiti pubblici in ogni quartiere che coinvolgono le comunità e allargano la base partecipativa.

Ne deriva una rassegna di eventi su base territoriale, che favorisce la collaborazione attiva dei minori e delle famiglie già coinvolte nella co-progettazione, con la partecipazione di tutti i partner e degli abitanti del quartiere.

Laboratori

Di seguito troverai pubblicate le attività man mano che vengono programmate: tutte le informazioni sono all’interno dell’attività specifica!

La rete di Combo!

Ultime notizie

ComBo!

Progetti

La piattaforma di dialogo e confronto di ComBo! è partita: come è andato il primo incontro?

ComBo!

Progetti

ComBo! Comunità educanti Bologna è pronto a decollare

ComBO! è un progetto di Archilabò selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

Calendario laboratori

La rete

7 partner, con il coordinamento dell’Area Educazione e Nuove Generazioni del Comune di Bologna, che si occupano di educazione nei quartieri Navile, Savena, S. Stefano, S. Donato – S. Vitale, Borgo Panigale – Reno di Bologna

Instabile Portazza APS

Circolo La Fattoria

Cantieri Meticci APS

Comune di Bologna, Area Educazione, Istruzione e Nuove Generazioni

QB Quanto Basta APS

Salvaiciclisti Bologna

Associazione MUVet

News

ComBo!

Progetti

La piattaforma di dialogo e confronto di ComBo! è partita: come è andato il primo incontro?

ComBo!

Progetti

ComBo! Comunità educanti Bologna è pronto a decollare

Risorse

Tavoli istituzionali / Report 1° incontro

L’incontro svolto presso Salaborsa Lab il 30 gennaio 2024 figura come il primo di quattro Tavoli Istituzionali del progetto ComBo!, selezionato dall’Impresa sociale Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

L’incontro si apre con la presentazione del lavoro svolto dalla Piattaforma contro le povertà educative, da cui emergono alcuni dei temi cari al partenariato in quanto parte attiva della comunità educante cittadina.

“Come valorizzare il ruolo educativo delle famiglie e favorire una partecipazione attiva?” è l’interrogativo da cui scaturiscono la gran parte delle riflessioni.

Piattaforma povertà educativa / Report 3° incontro

Il terzo incontro della Piattaforma contro le Povertà educative si è svolto presso la sede di Instabile Portazza Community Creative Hub, in via Osoppo 6.

A emergere immediatamente è il dato spaziale di un luogo che una volta era di confine e che oggi, grazie all’attività quasi decennale di una comunità, è un aggregatore di creatività, competenza, relazione.

 Instabile è il megafono del vicinato e del quartiere tutto, e anche uno spazio aperto e a disposizione di chi vuole attraversarlo.

 

Piattaforma contro la povertà educativa / Report 2° incontro

Il secondo incontro della Piattaforma si è tenuto presso lo Spazio Met –  sede di Cantieri Meticci, a due mesi dall’incontro introduttivo.

L’incontro è stato gestito da Cantieri Meticci che, a partire dalle le attività svolte dall’APS,  ha avviato una serie di riflessioni sulla comunità educante e l’ingaggio dei minori e delle famiglie.

Piattaforma contro la povertà educativa / Report 1° incontro

Il primo incontro della piattaforma si è tenuto il 6 settembre presso gli spazi della Biblioteca Salaborsa.

Il confronto del primo incontro verte su alcuni temi trasversali, con l’obiettivo di proporre una struttura comune che, a prescindere dagli argomenti specifici e dagli ambiti di intervento dei partner, fornisca una prospettiva, rappresenti uno strumento di analisi e aiuti a definire le finalità delle azioni.

I temi trasversali sono: Inclusione, Digitale e Ingaggio.