ALL-INCLUSIVE SCHOOL: il lavoro per i docenti europei inclusivi continua

ALL-INCLUSIVE SCHOOL: il lavoro per i docenti europei inclusivi continua
19 Marzo 2020 Ana Liza Serra

Quarto incontro transnazionale del progetto Erasmus+ “All-Inclusive School”

“Keep on rocking” per una scuola inclusiva

Il 5 e 6 marzo 2020, il Colegio Huerta Santa ha ospitato il quarto meeting del progetto Erasmus+ “All-Inclusive School” nella città di Siviglia, Spagna.  

L’incontro si è svolto presso il Colegio Huerta Santa Ana, dove i partner di progetto si sono ritrovati per continuare a lavorare sugli Output Intellettuali del progetto All-Inclusive School: Irecoop Emilia-Romagna, Archilabò, Istituto “Iganzio Calvi” (Italia), Colegio Huerta Santa Ana  (Spagna), Landkreis Kassel (Germania), County Centre of Resources and Educational Assistence  e Vaslui County School Inspectorate  (Romania), University College Leuven-Limburg of Leuven – UCLL (Belgio). 

A causa dell’emergenza sanitaria del Covid-19, alcuni partner hanno partecipato al meeting online (IS Calvi, Irecoop Emilia-Romagna, Archilabò, Landkreis Kassel e Vaslui County School Inspectorate), mentre altri hanno partecipato al in presenza a Siviglia (University College Leuven-Limburg of Leuven, County Centre of Resources and Educational Assistance e Huerta Santa Ana)

Dopo il benvenuto da parte del coordinatore di progetto, il 4° meeting è cominciato! Irecoop ha illustrato gli aggiornamenti sul progetto e ha presentato i riscontri e le risposte forniti dai partner in merito alle attività di pre-testing degli Output 2 e Output 3, che si sono svolte tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. In merito all’Output 2 (Teacher Kit), il partenariato ha rivisto e finalizzato i contenuti incompleti o che necessitavano di alcuni ulteriori dettagli per essere maggiormente esaustivi. Irecoop ha inoltre presentato una nuova struttura per la guida delle metodologie, prendendo in considerazione alcuni criteri tra cui l’età degli studenti, la materia di insegnamento e la lunghezza delle attività. I partner hanno concordato sull’utilità di questo cambiamento per quanti vorranno implementare queste metodologie per diventare docenti “All-Inclusive”.

Dopo pranzo, sono stati presentati i feedback e le risposte ricevute dai docenti in merito alla prima versione dell’Output 3, Social Book Creator, la cui revisione da parte dei docenti è stata eseguita senza fornire loro una guida, allo scopo di capire cosa ritenessero necessario implementare e quali passi fare per migliorare la nuova versione della piattaforma. Archilabò ha mostrato i nuovi aggiustamenti eseguiti (colori, icone..) e il partenariato è stato invitato a testare questa nuova versione di SBC.

È stata definita la fase pilota per entrambi gli output, che sarà guidata dai coordinatori.

Per l’Output 2 ogni partner proporrà ai docenti 5 attività (6 nel caso dell’Italia), che saranno eseguite in classe, almeno per 3 volte. Infine, docenti e studenti saranno invitati a compilare due differenti questionari per raccogliere una più accurata valutazione. La stessa procedura sarà applicata per l’Output 3, ma in questo caso insegnanti e studenti creeranno in ogni Paese 10 social book, con lo scopo di raccogliere feedback su SBC. 

In merito alla diffusione e alla disseminazione del progetto, il partenariato si è confrontato sulle strategie con cui ampliare il seguito della piattaforma eTwinning per dare rilevanza ad All Inclusive School. La progettazione di un Webinar sarà un punto all’ordine del giorno in Settembre, quando i partner si incontreranno in Germania per condividere, tra le altre cose, i risultati dell’attività pilota. 

Be’, questa volta è stato un po’ più complicato, il Corona Virus non ha certo aiutato ma.. chi ha detto che sarebbe stato facile?

Eh sì, “It’s a long way to the top… “

Rimanete sintonizzati!

All-Inclusive School (KA2 Partenariati Strategici) è un progetto co-finanziato dal Programma Erasmus+ Programme dell’ Unione Europea

Vicepresidente, project manager, responsabile Comunicazione e risorse umane.